Fatturazione elettronica

Sono esonerati dall’emissione della fattura elettronica solo gli operatori (imprese e lavoratori autonomi) che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio” (di cui all'art. 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111) e quelli che rientrano nel cosiddetto “regime forfettario” (di cui all'art. 1, commi da 54 a 89,...
Il Cliente è il responsabile della completezza e correttezza delle informazioni presenti nelle fatture inviate o caricate manualmente all’interno del portale.
Le fatture elettroniche devono essere trasmesse e ricevute obbligatoriamente attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), una sorta di "postino" che, quindi, riceverà le fatture dal fornitore (o chi per lui le trasmette) e, dopo un controllo formale delle stesse, le consegnerà al cliente (o chi per lui le riceve). Come qualsiasi "postino", anche il SdI deve sapere l'indirizzo dove recapitare...
Le fatture emesse nei confronti del consumatore finale - un contribuente che non ha partita IVA, e che quindi non è obbligato ad aderire al circuito della fattura elettronica - saranno visionabili online dallo stesso, tramite la medesima area riservata utilizzata per accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata. L’operatore (impresa o professionista) che è obbligato ad emettere fattura...
E’ possibile prendere in carico le fatture già scambiate tramite PEC e, tramite la nostra piattaforma, riportarle facilmente sul servizio Cloud per una maggiore facilità di consultazione e gestione e per ottenere la conservazione digitale a norma dei documenti trattati.
Le notifiche saranno visualizzabili direttamente all’interno della piattaforma. È possibile configurare la ricezione di un alert direttamente sulla mail registrata.
     Keliweb, attraverso il suo Partner Conservatore Accreditato AGID a garanzia dell’interoperabilità e della trasferibilità degli archivi conservati, ha adottato lo standard UNI SInCRO 11386:2010, con l’obiettivo di individuare gli elementi informativi necessari per garantire l’accessibilità a lungo termine e l’integrità degli archivi digitali del Cliente. Il Partner garantisce al Cliente la...
E' il sistema informatico, gestito dall’ Agenzia delle Entrate, istituito per il processo di ricezione e successivo inoltro delle fatture elettroniche, sotto forma di file XML, sia alle PA destinatarie, sia ai soggetti privati (B2B) che la normativa include nel processo della fatturazione elettronica. Il Sistema di Interscambio non ha alcun ruolo amministrativo e non assolve compiti relativi...
Una fattura elettronica è un documento informatico, in formato XML (eXtensible Markup Language) strutturato secondo le specifiche dell'allegato A del DM 55 del 3 aprile 2013, e trasmesso e recapitato solo tramite il SdI (Sistema di Interscambio). Attraverso canali di trasmissione telematica definiti, PEC o Codice Destinatario (codice Intermediario fornito da Keliweb), la fattura elettronica...
L'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) è l'archivio ufficiale degli Enti pubblici e dei Gestori di pubblici servizi. Il codice IPA è l’anagrafica di riferimento per la fatturazione elettronica, ed è l’indice cui il Sistema di Interscambio (SdI) fa riferimento per le funzioni di indirizzamento delle fatture elettroniche agli uffici centrali e periferici delle pubbliche amministrazioni...
In caso di disdetta il cliente ha 6 mesi di tempo per scaricare dalla piattaforma online i Pacchetti di Distribuzione (PDD) contenenti i documenti conservati a norma di legge. I PDD scaricati hanno validità in base alle scadenze dei documenti fiscali conservati (5 anni per le fatture).
Visualizzerai le fatture XML secondo il foglio di stile utilizzato dalla Agenzia delle Entrate (AdE).
Una volta Attivato il Servizio dovrai accedere alla tua Area Cliente per effettuare la prima configurazione. Una volta all'interno ti basterà andare nella sezione Fatturazione Elettronica che trovi nel menù a sinistra. Individua il servizio di Fatturazione Elettronica e click su Gestisci Una volta all'interno del servizio dovrai cliccare sul pulsante Procedi con la configurazione   A...
Si, esistono diversi tipi di sanzioni. Nel caso in cui il prestatore (fornitore) emetta fattura analogica in luogo di quella elettronica, il documento si intende non emesso e si applica una sanzione variabile dal 90 (min) al 180% (max) dell’imposta relativa all’imponibile non documentato o registrato nelle modalità previste. Di contro il committente (cliente acquirente) per non incorrere nella...
No. Se il cessionario "rifiuta" una fattura vuol dire che ha titolo a non registrarla nella propria contabilità, pertanto quella fattura non viene presa in considerazione dal Sdi (Sistema di Interscambio) quale "fonte" dei dati fattura né per il cedente né per il cessionario. Le eventuali note di variazioni interne alla contabilità del cedente che non implichino la trasmissione di una nota di...
La distribuzione dei GB totali previsti dal piano MULTI è a cura dell’operatore (azienda o commercialista) che sottoscrive il piano.
Per tutti coloro i quali aderiscono al nostro servizio, mettiamo a disposizione, subito dopo aver attivato un nostro piano per la fatturazione elettronica, un codice per la trasmissione delle fatture in XML al SDI. Questo codice (Codice destinatario/indirizzo telematico) a sette cifre è necessario (alternativamente all’indirizzo PEC) per ricevere le fatture direttamente sul canale telematico
Sì, il codice SdI (Codice intermediario) è lo stesso per tutti i Clienti che utilizzano il nostro canale per trasmettere la fattura XML al SdI e che scelgono questo codice quale codice destinatario/indirizzo telematico. Sarà fornito con l’attivazione di uno dei nostri piani per la Fatturazione elettronica.
Il costo è relativo all’anno fiscale. Se per esempio sottoscrivi un piano il 30 di Giugno 2019, lo stesso scade il 31 Dicembre dello stesso anno (anno della sottoscrizione). Tutte le fatture dell’anno (di sottoscrizione) possono essere portate in conservazione, anche se precedenti il momento della sottoscrizione (30 Giugno 2019 nell’esempio).
Una volta registrata la fattura sarà possibile scaricare il file XML corrispondente e visualizzare il risultato della conversione con l’ausilio del foglio di stile utilizzato dall’Agenzia delle Entrate (AdE)
Si, in caso di disdetta puoi migrare i pacchetti di versamento (con le relative fatture in formato XML) presso un nuovo fornitore. Keliweb si avvale di un Partner che garantisce al Cliente la Conservazione, la leggibilità e la possibilità di effettuare il download dei Documenti per un periodo di 6 mesi dalla data di cessazione del rapporto contrattuale, al termine del quale i Documenti saranno...
Per l’erogazione dei piani per la Fatturazione Elettronica, Keliweb si avvale di un Partner Intermediario abilitato presso l’Agenzia delle Entrate. Per l’invio delle fatture PA e B2B, i Clienti delegano il Partner ad essere emittente (che quindi appone firma digitale) e trasmittente (che invia fatture al Sistema di Interscambio); mentre per la ricezione del B2B i clienti possono registrare come...
La fatturazione elettronica è obbligatoria a partire dalle seguenti date:   Dal 2014 è obbligatoria per tutti i fornitori che hanno rapporti con la PA, gli enti pubblici e per le società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana; Dal 1° luglio 2018 è diventata obbligatoria per le imprese private che operano nel settore della cessione di benzina e gasolio e quelle che...
La firma digitale è obbligatoria per le fatture elettroniche inviate alla Pubblica Amministrazione. Per tutte le fatture elettroniche inviate a privati (altri operatori Iva o consumatori finali), il SdI accetta anche file non firmati digitalmente. L'applicativo proposto da Keliweb ti offre il massimo della sicurezza attraverso la firma digitale che garantisce l'integrità delle informazioni...
La fattura che verrà accettata dal 01/01/2019, per le categorie previste dall’attuale normativa, sarà la fattura elettronica. La fattura dovrà essere in formato XML ed inviata attraverso il SdI. Tuttavia sarà possibile continuare ad emettere ed inviare ai propri clienti documenti anche in altri formati, ma non saranno considerati come fatture regolarmente emesse.
Si, le imprese che vendono a soggetti privati (Business to Consumer – soggetto non passivo di IVA) potranno continuare ad inviare a questi ultimi le fatture nelle attuali modalità (in formato analogico o digitale). In maniera parallela e concomitante saranno comunque obbligati ad inviare le fatture elettroniche in formato XML attraverso lo SdI e a comunicare contestualmente al soggetto (B2C)...
Sia i fornitori, che le PA potranno affidare in outsourcing il processo di conservazione digitale delle fatture elettroniche. Il Decreto del 3 aprile 2013 n°55 chiarisce che gli Intermediari degli operatori economici, ove richiesto da questi ultimi, possono offrire servizi di: 1) emissione delle fatture elettroniche per conto degli operatori economici; 2) trasmissione delle fatture al...
Sì, é possibile interfacciare il tuo Getionale/ERP con il nostro sistema di fatturazione elettronica. Prima di effettuare questa operazione va valutato il tipo di client da attivare (applicazione desktop, servizio, applicazione web, app, ecc) per poter correttamente configurare lo stesso (vedi RFC-6749). Possiamo mettere a disposizione dei Clienti che sottoscrivono un nostro piano per la...
In base a quanto disposto dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 30 aprile 2018, la data di emissione della fattura elettronica sarà quella riportata all’interno del campo "Data" della sezione "Dati Generali" del documento (file XML). Nel caso in cui la fattura elettronica venga scartata dal SdI per mancato superamento della fase di controllo, la fattura si considererà non emessa,...
Il tipo comunicazioni che il SdI può inviare possono essere ricondotte alle categorie principali riportate sotto: nel caso di buon esito della trasmissione, il SdI invia al soggetto trasmittente una ricevuta di consegna della fattura elettronica; nel caso di esito positivo dei controlli il SdI trasmette la fattura elettronica al soggetto ricevente e unitamente a questa il SdI trasmette anche...
 Verifica che siano presenti almeno le informazioni minime obbligatorie previste per legge (art. 21 ovvero 21-bis del Dpr n. 633/1972), cioè – in generale – gli estremi identificativi del fornitore e del cliente, il numero e la data della fattura, la descrizione della natura, quantità e qualità del bene ceduto o del servizio prestato, l’imponibile, l’aliquota e l’Iva.  Verifica che i valori...
Tutti i nostri piani prevedono un accesso Cliente e un accesso che può essere consegnato al proprio Commercialista.
Il codice Destinatario SDI che può girare ai tuoi fornitori per ricevere le fatture elettroniche direttamente sul tuo Pannello di Gestione è il seguente: G7Q6SPJ Si consiglia di registrare il codice sul sito dell'Agenzia delle Entrate, in modo da sopperire ad eventuali negligenze o inefficienze dei fornitori. I passaggi da seguire sono i seguenti: Per prima cosa si dovrà...
Il committente (cliente acquirente) per non incorrere nella sanzione prevista, pari al 100% dell’Iva, deve adempiere agli obblighi documentali tramite SdI. Prima di portare le fatture "non conformi" in contabilità è necessario comunicarle al SdI tramite autofattura. In caso contrario sarà soggetto a sanzione.
Il pacchetto Multi, come tutti gli altri pacchetti, prevede la possibilità di aumentare il numero di anagrafiche Cliente abbinate allo stesso. È possibile sia l’acquisto di singole anagrafiche che l’acquisto di pacchetti di 10 anagrafiche.