Keliweb

Come scegliere il nome di un dominio

Consigli per il nome del tuo sito web

Scegliere il nome del proprio sito non è una cosa semplicissima, anzi può risultare abbastanza complicato: quando registri un dominio devi essere ben consapevole che questo diventerà il tuo biglietto da visita e che rappresenterà la tua identità online. Si tratta, quindi, di una decisione da prendere con cura e massima attenzione. Una volta registrato il dominio non può essere modificato, dovrai per forza di cose acquistarne un altro ex-novo.

Ricorda bene questo concetto: semplicità prima di tutto!

Un primo consiglio che possiamo darti è quello di registrare nomi semplici, facili da ricordare e che siano soprattutto semplici da scrivere nella barra di navigazione del browser.

Inoltre, è molto utile dare al nome del dominio un contenuto, un significato che richiami in qualche modo la natura della tua attività.

Di seguito riportiamo quattro punti fondamentali per scegliere in maniera corretta il nome dominio del tuo sito web.

1. Trasmettere correttamente l'immagine del brand

Scegliere un buon dominio che possa rappresentare un'appropriata immagine aziendale o personale: i nomi di dominio sintetici comunicano meglio, in linea generale, di quelli lunghi. Inoltre, i nomi internet più significativi sono spesso già stati registrati, ed in questo caso il loro costo sarà troppo elevato rispetto a quanto si pensa di ricavare dal sito web.

Proviamo quindi a fare una lista di aggettivi consoni alla tua attività, associandoli al nome del prodotto che meglio ti possa rappresentare in rete. I due termini così composti possono generare un bel nome a dominio ad effetto.

Ad esempio: se ci occupiamo di una casa editrice online, potremmo valutare:

2. Scegliere un nome breve e semplice

Il nostro consiglio è di non inserire un prodotto tipico all'interno del nome dominio, cosa che risulta spesso limitativa e castrante (per esempio se dovessi decidere di espandere il tuo mercato in futuro). Nonostante sia una tendenza in parte ancora diffusa, i nomi keyword-based (come ad esempio libri-online.it) stanno cedendo il passo a quelli "brandizzati", cioè non necessariamente correlati alla natura del sito (ad esempio blog.tagliaerbe.com, che è uno dei maggiori e più importanti blog di Web Marketing a dispetto del nome).

Sono considerati da evitare, in generale:

3. Aspetti Legali

Gli aspetti legali da considerare nella registrazione di un dominio sono due:
In linea di massima, e senza pretesa di generale applicabilità, non è consigliabile registrare nomi di dominio molto somiglianti a quelli di brand famosi come Google o Apple per quanto non esista, almeno attualmente, alcuna norma che vieti di farlo.

4. Tipo di Estensione

Scegliere su quale estensione puntare per il tuo dominio web è un altro aspetto da valutare con attenzione.

Per la scelta ci si può riferire al territorio dove si opera, quindi il dominio .it potrebbe essere logico. Esiste l'alternativa del dominio .eu che può essere registrato liberamente da tutti.

Altra possibilità è quella di scegliere tra il dominio .biz, specifico per attività di business, ed il dominio .info indicato per raccogliere informazioni su un evento specifico, oppure il .name adatto per un sito a carattere personale.

Vuoi registrare il tuo dominio? Scegli una estensione generica o distinguiti con le nuove estensioni gTLD. Hai le idee più chiare? Adesso che sai tutto sulle estensioni dominio, è giunto il momento di passare ai fatti. Ora sei pronto per registrare o trasferire il tuo dominio web.


Per ulteriori dubbi consulta le nostre FAQ oppure contatta l'assistenza.