Autenticazione a due fattori: cos'è e come funziona Autenticazione a due fattori: cos'è e come funziona

L' autenticazione a due fattori è uno strumento utilissimo per garantire un più elevato livello di sicurezza ai propri servizi web. Può essere utilizzata per proteggere i propri account e dati sensibili e garantisce un accesso sicuro alle informazioni, al riparo dall' intrusione di terze parti.

Questo sistema di verifica a due livelli permette all'utente di accedere a un particolare servizio web in due passaggi. Nel primo vengono richieste le tradizionali credenziali di accesso, come username e password, nel secondo è richiesto un codice o PIN generato in modalità random, che può essere utilizzato una sola volta prima di essere modificato. Questa opzione, infatti, grazie a un algoritmo basato sul tempo, genera una password (o codice) che viene modificato con cadenza regolare. Per la generazione del codice l'utente potrà utilizzare il proprio cellulare o applicazioni come Google Authenticator disponibile per iOS, Android e Windows Mobile. 

Per procedere poi con la configurazione del proprio autenticatore, l'utente potrà scegliere se scansionare il codice a barre tramite lettore QR code o inserire manualmente una chiave segreta, entrambi forniti dal proprio provider.

L' autenticazione a due fattori può essere utilizzata per rendere ancora più sicuro il proprio account Keliweb, garantendo l'accesso al proprio account solo all'utilizzatore del generatore automatico di password.

L'utente potrà attivare il servizio direttamente dalla propria area cliente, eseguendo una semplice procedura:

  1. Cliccare sull'icona "Attiva" al di sotto della dicitura "Autenticazione a due fattori" nella parte alta della dashboard; 
  2. Cliccare su "Autenticazione a due fattori";
  3. Cliccare su "Inizia";
  4. Cliccare su "Conferma"; 
  5. Inserire il codice generato dal proprio autenticatore;
  6. Cliccare nuovamente su "Conferma" per completare l'operazione.

Il nostra team verificherà che l'autenticatore sia stato configurato correttamente prima di abilitarlo.

 

 

Hai trovato questa risposta utile?

share Ricerche correlate