Come trasferire un sito web Come trasferire un sito web

Il trasferimento del proprio sito web da un provider all'altro è generalmente una conseguenza dalla necessità di trovare nuove e più soddisfacenti soluzioni in termini di qualità dei servizi e in particolare di hosting, per la propria attività online. E' un processo che si articola in diverse fasi che devono essere eseguite accuratamente, in modo che il sito web possa "sopravvivere" al processo di migrazione senza conseguenze per la sua integrità.

Il primo passo da compiere, nel momento in cui si decide di trasferire il proprio sito, è quello di salvare le componenti essenziali del sito stesso ossia il database (tipicamente MySQL) e tutti i file e le cartelle contenute all'interno dello spazio web. Il passo successivo per l'utente sarà poi quello di trasferire il sito web e verificare che i DNS siano configurati in maniera corretta. 

La procedura  di trasferimento di un sito varia in base alla tipologia di sito che l'utente ha la necessità di migrare. Il sito web potrà infatti essere statico o dinamico. 

Per trasferire un sito statico sarà necessario scaricare le singole pagine con un apposito software (come SiteSucker, nel caso in cui l'utente utilizzi un Mac, Httrack in caso utilizzi Windows o wget qualora utilizzi Linux), prelevare i file copiati in HTML/CSS dal proprioPC e trasferirli, mediante un client FTP,
sul server del nuovo provider, utilizzando le credenziali di accesso fornite in fase di acquisto dell'hosting. Bisognerà poi configurare opportunamente i DNS del sito, facendo in modo che puntino sui record forniti dal nuovo provider.

Nel caso in cui l'utente invece debba migrare un sito dinamico, la procedura sarà un pò più articolata. Innanzitutto, l'utente dovrà scaricare in locale tutti i file (PHP, CSS, HTML, JS, ecc.), in seguito accedere al database ed effettuare il “dump”. Tale procedura consiste, nel caso di database MySQL, nella generazione di un file di testo da parte del software PHPMyAdmin, che rappresenta l'interfaccia web più congeniale per effettuare questo genere di operazioni. 

Il database è la parte più importante di un sito dinamico, in quanto contiene  tutti i dati personalizzati dello stesso. Per effettuare una copia o dump, l'utente dovrà accedere al pannello di controllo cPanel e cliccare sull’icona di PHPMyAdmin

Aprendo l’applicazione per la gestione dei database l'utente visualizzerà la lista di tabelle di cui esso è composto. Qui, l'utente dovrà individuare quella utilizzata dal proprio sito, selezionarla ed infine cliccare su “Esporta” a fianco di “Query da esempio” nel menù in alto.

Nella schermata successiva basterà cliccare su“Esegui”, avendo cura di aver selezionato l’opzione “Rapido – mostra solo le opzioni minime” e nella casella successiva “SQL”.
Cliccando, l'utente scaricherà il dump desiderato con estensione .SQL (se i dati sono pochi) oppure .ZIP (se è più grande), che dovrà mettere da parte e scaricare sul proprio PC per importarlo sul nuovo provider.

Sarà necessario, a questo punto, chiudere PHPMyAdmin del provider di partenza ed aprire, con le credenziali apposite, da browser, il PHPMyAdmin del nuovo provider. Per farlo, l'utente dovrà utilizzare le istruzioni fornite via email dallo stesso, al momento della registrazione.

Per allocare lo spazio del database sul nuovo provider utilizzando cPanel, sarà necessario cliccare su “Database MySQL” nella tabella “Database”. All'interno della casella di testo evidenziata, l'utente dovrà digitare il nome del database del proprio sito e cliccare successivamente su “Crea database”. 
Dovrà, poi, creare un'utenza che sia autorizzata ad accedere al database ed associarla al database in questione.

E' importante ricordare che, effettuando l'operazione di trasferimento, i dati di accesso al database (come prefisso, username e password) dentro il file di configurazione del CMS potrebbero non essere più identici agli originali. Qualora i dati non dovessero corrispondere di fatto, il sito non potrà funzionare. Ovviamente, affinché le pagine del sito siano visualizzate correttamente sul nuovo provider, è necessario che i parametri per la connessione mediante codice PHP siano coerenti con quelli nuovi. Bisognerà editare, sul filesystem del nuovo provider, il file di configurazione con i seguenti parametri di connessione:

  1.  username = username vecchio provider
  2.  password = password vecchio provider
  3.  hostname = host vecchio provider
  4. database = database vecchio provider

 
A questo punto l'utente dovrà inserire, sempre utilizzando cPanel, il nome del database che si desidera creare in corrispondenza della casella “Create new database”,
confermare l'operazione ed attendere il caricamento della pagina. 

Per ripristinare il database sul nuovo provider bisognerà accedere nuovamente a PHPMyAdmin, cliccare su “Importa” e poi su “Sfoglia”. L'utente selezionerà il file dump, confermando la scelta mediante il bottone “Esegui” e poi verificherà manualmente che il database sia stato importato.

Quando l'utente andrà a creare le utenze dovrà prendere nota delle informazioni legate alla username delle utenze (usernamenuovoprovider) e alla password (che solitamente viene generata casualmente dal sistema per motivi di sicurezza,  passwordnuovoprovider).

Riassumendo, l'utente avrà da un lato le vecchie utenze, dall'altro le nuove:

username = usernamevecchioprovider username = usernamenuovoprovider
password = passwordvecchioprovider password = passwordnuovoprovider
hostname = hostvecchioprovider hostname = hostnuovoprovider
database = databasevecchioprovider database =  databasenuovoprovider

 
Il file di configurazione sul nuovo provider dovrà quindi essere:

define(‘DB_NAME’, ‘databasenuovoprovider’);
define(‘DB_USER’, ‘usernamenuovoprovider’);
define(‘DB_PASSWORD’, ‘passwordnuovoprovider’);
define(‘DB_HOST’, ‘hostnuovoprovider’);
non così (come era nel file originale prima del trasferimento):
define(‘DB_NAME’, ‘databasevecchioprovider’);
define(‘DB_USER’, ‘usernamevecchioprovider’);
define(‘DB_PASSWORD’, ‘passwordvecchioprovider’);
define(‘DB_HOST’, ‘hostvecchioprovider’);


Una volta aggiornato il file di configurazione mediante FTP, l'utente avrà:

 

  1. trasferito tutti i file del filesystem dal vecchio al nuovo provider, mediante FTP;
     
  2. trasferito il database dal vecchio al nuovo provider, mediante PHPMyAdmin;
     
  3. aggiornato i DNS coerentemente con l'IP del nuovo provider.


Se tutto è stato configurato correttamente, il trasferimento sarà concluso con successo.

In alternativa al trasferimento manuale, l'utente potrà scegliere di utilizzare il tool di migrazione gratuito fornito da Keliweb.

Hai trovato questa risposta utile?

share Ricerche correlate