Differenze tra Hosting Linux e Hosting Windows Differenze tra Hosting Linux e Hosting Windows

Prima di entrare nel dettaglio del nostro discorso e mettere bene in evidenze quelle che sono le differenze tra una soluzione Hosting Linux e Hosting Windows, cerchiamo di dare qualche informazione base per chiarire qualunque dubbio iniziale: con il termine hosting (dall'inglese to host, cioè ospitare) si intende un servizio di rete che viene utilizzato per allocare su un server le pagine web di un sito, in modo che esse siano accessibili globalmente da parte di utenti, applicazioni e motori di ricerca.

Grazie alle acquisite tecnologie più innovative nel settore, oggi è ormai cosa assodata che dal punto di vista del client non vi sia alcuna differenza, nella visualizzazione e nell'utilizzo del sito, se l'hosting è supportato da un sistema operativo Windows o Linux. Dal punto di vista del server o del webmaster che mette in piedi il tutto, le cose possono cambiare in modo anche radicale, tutto dipende dal tipo di utilizzo che prevediamo di fare per il sito web.

In prima istanza possiamo dire che:

- se utilizzate siti statici (ovvero senza database, soltanto pagine HTML) l'utilizzo dell'uno o dell'altro è sostanzialmente indifferente, se non per una leggera differenza nella gestione dei nomi dei file

- Una soluzione Windows è opzionale se si desidera utilizzare PHP/MySQL (a patto che disponga di supporto al web server IIS 7) mentre è indispensabile per ASP, .NET e MSSQL, e questo semplicemente perché sono nativamente supportati e non sono compatibili con Linux

- Una soluzione Linux, contrariamente, supporta nativamente PHP, Ruby, Perl, Python, MySQL e CGI e non permette l'utilizzo di ASP .NET e MSSQL, in quanto questi ultimi due sono sistemi proprietari di Microsoft

Esiste inoltre un ulteriore aspetto legato alla sicurezza dei due sistemi: anche se è un luogo comune diffuso quello che impone di pensare che Linux sia più sicuro di Windows (dipende dagli amministratori del sistema), è un dato di fatto che il primo permetta di gestire la sicurezza in modo qualitativamente superiore. Basti pensare ai permessi dei file, per esempio, che si possono configurare con il comando apposito CHMOD (che permette di stabilire se un file possa essere eseguibile, in lettura o in scrittura) che è invece assente nel sistema Windows (che supporta invece soltanto lettura e/o scrittura e rende eseguibili i file in base all'estensione).

La scelta di un Hosting Linux oppure Windows, in definitiva, è legato esclusivamente alle proprie esigenze specifiche, il che lo fa diventare una conseguenza della necessità di cui disponete:

- se avete bisogno di utilizzare PHP/MySql potete fare uno indifferentemente dell'uno o dell'altro

- se necessitate di un sito di e-commerce o altro in ASP .NET, invece, dovrete obbligatoriamente fare uso di un Hosting Windows

Diamo ancora un elemento in più per aiutarvi nell'eventuale scelta tra le due possibilità: bisogna scegliere l'opzione Hosting Windows solo nel caso in cui il nostro scopo è quello di realizzare un sito web nel linguaggio ASP, mentre in tutti gli altri casi la nostra scelta deve ricadere su Hosting Linux. Perciò, se vogliamo realizzare un sito con i CMS come WordPress, PrestaShop e Joomla, dovremo puntare senza dubbio sula soluzione Linux. 

NB: il sistema operativo del proprio PC, che sia Windows, Linux o MacOS è indifferente. Quello di cui bisogna sempre tener conto è il linguaggio con la quale abbiamo "scritto" il sito web.

Hai trovato questa risposta utile?

share Ricerche correlate