Comunicazioni

Dal 1 Giugno 2016 il Registro Italiano (Nic.it) richiederà l'esplicito consenso di alcune clausole per quanto concerne la registrazione di un dominio .IT. Sarà quindi necessario prendere visione e confermare, durante la fase d'ordine, tali clausole senza le quali non sarà possibile procedere con la Registrazione del Dominio .it.

Di seguito le Clausole di cui parlavamo:

Dichiarazioni e assunzioni di responsabilità

Il registrante del nome a dominio in oggetto, in particolare dichiara sotto la propria

responsabilità:

  1. di essere in possesso della cittadinanza o residente in uno dei paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE), nello Stato del Vaticano, nella Repubblica di San Marino o nella Confederazione Svizzera (in caso di registrazione per persona fisica);
  2. di essere stabilito in uno dei paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE), nello Stato del Vaticano, nella Repubblica di San Marino o nella Confederazione Svizzera (in caso di registrazione per altra organizzazione);

  3.  di essere a conoscenza e di accettare che la registrazione e gestione di un nome a dominio sono soggette al “Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel ccTLD .it” e al “Regolamento per la risoluzione delle dispute nel ccTLD.it” e loro successive modifiche;

  4. di avere titolo all’uso e/o disponibilità giuridica del nome a dominio richiesto e di non ledere, con tale richiesta di registrazione, diritti di terzi;

  5. di essere a conoscenza che ai fini dell’inserimento dei dati personali nel database dei nomi a dominio assegnati, e alla loro eventuale diffusione e accessibilità via Internet, occorre fornire espressamente il consenso barrando le apposite caselle sulla base dell’informativa che segue. Sul sito del Registro (http://www.nic.it) è consultabile il documento “La politica del Registro .it sul database Whois”;

  6.  di essere a conoscenza e di accettare che in caso di erronea o falsa dichiarazione nella presente richiesta, il Registro provvederà alla immediata revoca del nome a dominio, salvo ogni più ampia azione legale. In tal caso la revoca non potrà in alcun modo dare luogo a richieste di risarcimento nei confronti del Registro;

  7. di sollevare il Registro da qualsiasi responsabilità derivante dalla assegnazione e dall’utilizzo del nome a dominio da parte del richiedente;

  8. di accettare la giurisdizione italiana e le leggi dell’Ordinamento Statale Italiano.

Consenso al trattamento dei dati personali a fini di registrazione

L'interessato, letta l'informativa di cui sopra, presta il consenso al trattamento delle informazioni obbligatorie ai fini di registrazione, come definiti nella informativa di cui sopra. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma in caso di mancato consenso non sarà possibile giungere alla registrazione, assegnazione e gestione del nome a dominio.


Consenso al trattamento dei dati personali per la diffusione ed accessibilità via Internet

L'interessato, letta l'informativa di cui sopra, presta il consenso alla diffusione e accessibilità via Internet, come definite nella informativa di cui sopra. Il conferimento è facoltativo, e il mancato consenso non permette la diffusione e accessibilità via Internet dei dati relativi.


Accettazione esplicita dei seguenti punti

  1. di essere a conoscenza e di accettare che la registrazione e gestione di un nome a dominio sono soggette al “Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel ccTLD .it” e al “Regolamento per la risoluzione delle dispute nel ccTLD .it” e loro successive modifiche;
  2. di essere a conoscenza e di accettare che in caso di erronea o falsa dichiarazione nella presente richiesta, il Registro provvederà all’immediata revoca del nome a dominio, salvo ogni più ampia azione legale. In tal caso la revoca non potrà in alcun modo dare luogo a richieste di risarcimento nei confronti del Registro;

  3. di sollevare il Registro da qualsiasi responsabilità derivante dalla assegnazione e dall’utilizzo del nome a dominio da parte della persona fisica richiedente;

  4. di accettare la giurisdizione italiana e le leggi dell’Ordinamento Statale Italiano.

 





martedì 14 giugno 2016