Guida alla configurazione di un CDN per il vostro sito web Guida alla configurazione di un CDN per il vostro sito web

Passo 1: dopo aver fatto login nel sito Keliweb cliccate su Area Clienti. Nota: assumeremo nel seguito di dover configurare la CDN per l'ipotetico portale tuodominio.it, quindi ricordatevi di cambiare questo indirizzo con quello del vostro sito.

come configurare la cdn

Passo 2: selezioniamo quindi tra i servizi la risorsa CDN e si aprirà una nuova schermata dove poterla creare.

 

come configurare la cdn

Passo 4: a questo punto basterà cliccare il pulsante “Nuova Risorsa CDN" in fondo alla pagina.

 

come configurare la cdn

Passo 5: Selezioniamo quindi HTTP  Risorse HTTP Pull  (che è la modalità aumatica consigliata)

Passo 6: Nella schermata seguente compiliamo i campi come da screenshot.

In particolare nel campo Hostname CDN inseriamo ad es. cdn.tuodominio.it mentre nel campo Origini inseriamo ad es. tuodominio.it

Attenzione: “Hostname CDN” e “Sito origine” devono essere indicati senza il prefisso http://

come configurare la cdn


CDN in SSL 

Nel caso in cui si voglia creare una CDN in https (se il sito principale è già in https) la configurazione della risorsa CDN deve essere effettuata nel seguente modo:



cdn ssl

Quindi nel primo campo (Hostname CDN) inserire una sola parola (senza punti o altro), nel secondo il nostro sito con WWW e poi selezionare Con SSL. Il sistema restituirà un link di questo tipo keliweb.r.worldssl.net  che potrà essere utilizzato in https nel proprio sito.

Passo 7: Impostare i gruppi di zona: a seconda delle area geografiche di accesso tipiche dei visitatori (ad esempio dedotte da Google Analytics) potrete scegliere quali zone specifiche devono essere servite dalla CDN.

Al momento è possibile selezionare:

  • ·Sud America
  • ·Asia
  • ·Oceania
  • ·Nord America
  • ·Europa

 

Alla fine cliccate su “Crea risorsa CDN” ed attendete il caricamento della pagina.

Nelle impostazioni Avanzate trovaviamo diverse opzioni:

Accesso IP (opzionale): serve a limitare l'utilizzo della CDN per determinati IP (ad esempio quello del vostro ufficio, o quello fisso di casa). Inserite nell'ordine gli IP da inibire, separati da virgola, in modo da risparmiare banda su quegli indirizzi specificati.

 

come configurare la cdn

Passo 8

Nella pagina successiva dovreste vedere una nuova riga con il sito appena configurato; se comparisse qualche messaggio di errore verificate di aver seguito tutti i punti descritti in precedenza oppure, in caso di difficoltà, contattateci.

Cliccando su “Elimina” potrete eliminare la risorsa se non vi serve più o se volete ripetere la procedura; facendo click su “Modifica” avrete la possibilità di configurare i dettagli precedenti più, eventualmente, ulteriori proprietà quali le seguenti.

Accesso Paesi (opzionale). In alcuni casi potrebbe essere necessario bloccare l'accesso alla CDN da determinati paesi: se desiderate effettuare questo genere di operazione selezionate Attivo di default (oppure Bloccato di default) e scegliete manualmente i paesi da consentire (o bloccare).

Nell'esempio seguente abbiamo bloccato Germania e Grecia dall'accesso al network CDN.

 

come configurare la cdn

 

 

 

Metodo Hotlink (opzionale). L'hotlinking è una pratica che alcuni webmaster (ma anche utilizzatori di forum e blogger) utilizzano impropriamente, e che consiste nello sfruttare direttamente i link ad un'immagine in un sito esterno al dominio di appartenenza (ad esempio miodominio.it/foto.jpg all'interno di altrosito.com). Visto che il pacchetto CDN viene proposto in termini di banda consumata effettivamente, l'hotlinking può portare facilmente a consumo indesiderato di risorse, per cui potrebbe risultare opportuno bloccare l'accesso dall'esterno. Per abilitare questa caratteristica è sufficente selezionare “Attivo di default” come mostrato in figura.

 

 

URL Firmato (opzionale). In alcune circostanze possiamo proteggere i nostri file mediante un'opportuna chiave di accesso in “firma” dentro l'URL. Se decidiamo di abilitare questa feature dovremo anche inserire una chiave (segreta) a nostra scelta, come mostrato in figura.

 

come configurare la cdn

Scadenza cache (opzionale). Indica la durata della cache, ad esempio potete inserire 120 (si tratta di minuti).

 

come configurare la cdn

Password (opzionale). Se volete limitare l'accesso alla CDN soltanto ad un gruppo di utenti che dispongano di una password, cliccate la spunta su “Abilita password”, inserite la pagina di errore per gli utenti non autorizzati ed inserite (mediante il bottone apposito) username e password scelta. Si può in generale abilitare più di un'utenza all'uso del servizio.

 

come configurare la cdn

 

Importante: dopo aver eseguito tutte le modifiche del caso, ricordatevi di cliccare in basso su “Applica modifiche” altrimenti i cambiamenti non saranno correttamente ricevuti.

 

Settare il CNAME. Questa ultima fase è fondamentale perché la vostra CDN possa funzionare in modo corretto: tale passaggio si articola in due passi ben distinti, il secondo dei quali dovrà essere effettuato dal cPanel dell'hosting che ospita il vostro sito (e non dalla nostra interfaccia amministrativa).

 

Passo 1. Andate per il momento sull'interfaccia amministrativa della CDN Keliweb (Risorse CDN), e fate click sull'Hostname CDN in questione (nell'esempio cdn.tuodominio.it).

come configurare la cdn

 

Nella pagina che comparirà, in corrispondenza dei “Dettagli Risorsa CDN”, vedrete inizialmente il riepilogo riassuntivo con tutti i dati che avete inserito.

come configurare la cdn

 

In questa pagina sarà altresì possibile visualizzare i dettagli della vostra CDN, quello che ci interessa si trova in corrispondenza di “Impostazioni DNS” (più in basso nella pagina). Prendete nota di nome e valore che sono riportati nella pagina (in questo caso nome=cdn.tuodominio.it, CNAME=614510663.r.worldcdn.net, quelli assegnati a voi saranno ovviamente differenti). Fatto questo aprite una nuova finestra del browser ed accedete all'interfaccia amministrativa del vostro hosting (quello che ospita il sito per cui state impostando la CDN).

 

come configurare la cdn

 

Passo 2. Ricordiamo nuovamente che il secondo passaggio deve essere eseguito dal cPanel (o equivalenti come Plesk) del vostro hosting web, ovvero quello che ospita il dominio tuodominio.it. Nel caso di cPanel troverete quello che vi serve in corrispondenza di “Editor semplificato zone DNS” (oppure “Editor avanzato zone DNS”). Lo scopo è quello di creare un apposito record CNAME dal pannello di controllo del vostro hosting seguendo la falsariga che abbiamo indicato (nota: l'URL mostrato è solo un esempio, ricordate di sostituirlo con il valore che verrà indicato nel riepilogo della pagina web del servizio).

 

Solitamente nel cPanel la parte che ci interessa si presenta come segue, e noi dovremo fare click su “Editor semplificato zone DNS” (o anche “Editor avanzato zone DNS”, su alcuni hosting):

come configurare la cdn

 

Facendo click sull'icona corrispondente dovrete selezionare il sito per cui state operando (tuodominio.it, nel nostro esempio), e successivamente dovrete impostare due campi in corrispondenza dei record CNAME (per una rassegna di tutti i record DNS leggete l'approfondimento sul nostro blog).

come configurare la cdn

 

come configurare la cdn

 

In questo caso dovete scrivere:

· Nome: cdn.tuodominio.it. (nota: attenzione al . finale)

· CNAME: 614510663.r.worldcdn.net

e successivamente cliccare su “Aggiungi CNAME Record”. Dopo qualche istante dovreste visualizzare il record appena creato all'interno della pagina.

 

La procedura si conclude a questo punto: vi rimane soltanto da impostare il vostro sito o blog dell'avvenuto cambiamento, per farlo esistono numerosi plugin che vi permettono di configurare il sito in modo automatico e con pochissimi click. Ricordiamo che per settare CMS molto comuni sul mercato come Joomla!, Drupal, Magento o Wordpress potete seguire le indicazioni del nostro sito a riguardo.

Hai trovato questa risposta utile?

share Ricerche correlate